Come ottenere un primo colloquio con un head hunter

Se stai cercando lavoro o se vuoi cambiarlo, una delle possibilità è quella di passare dal supporto di una società di Ricerca e Selezione del Personale. Non sempre però è facile capire come fare. Di seguito troverai alcuni spunti interessanti:

1 Trova un mentore che ti raccomandi alle società di Ricerca e Selezione del Personale

Essere referenziato da un cliente principale o da un consulente della società di headhunting significa finire in cima alla pila di curricula. Se siete romani e volete venire a lavorare a Milano potete chiedere a qualcuno della società di selezione di Roma di referenziarvi al suo collega milanese

2 Scrivete al responsabile della practice in cui rientra la vostra professionalità

Invece che contattare il senior partner o il direttore generale o peggio ancora il general manager, scrivete al responsabile dell’area di cui fa parte la vostra professionalità. Le principali società di Ricerca e Selezione presenti in Italia contano decine e decine di specializzazioni: Finance, Marketing, Health Care, It, Industrial, Legal, ecc… Ma potrebbero esserci ulteriori suddivisioni a seconda della società. Cercate l’area più in linea con le vostre skills e prendete contatti con il consulente di riferimento. Sarà sicuramente costui, l’esperto del settore per i propri clienti, il contatto che farà al caso vostro.

3 Non mandate il vostro curriculum a chiunque

Non mandate il vostro curriculum a tutti i consulenti della società di ricerca e selezione che avete scelto come target. Se il vostro interesse è quello di parlare con i responsabili di due aree diverse, dopo aver incontrato il primo attendete prima di chiamare il secondo. Meglio se riuscite a farvi referenziare dal vostro primo contatto.

4 Usate il potenziale del vostro networking

Gli head hunter sono interessati a dove avete lavorato al pari di dove avete studiato per il vostro MBA. Ciò anche per il potenziale di networking che esse rappresentano. Incrementate la vostra visibilità facendovi menzionare sui siti web, in una conferenza, in un articolo o come speaker ad un evento e riportate tutto questo nel vostro profilo LinkedIn.

5 Essere diretto e onesto

Sfruttate i gap professionali, errori o eventi negativi come esperienze d’apprendimento. Assicuratevi di non lasciare spazi vuoti nel vostro cv e preparatevi per spiegare cosa avete fatto durante questo lasso di tempo. Se avete perso il vostro lavoro spiegate come, non mentite. Avete solo una reputazione.

6 Rappresentarsi in modo chiaro e succinto

Prima di incontrare un head hunter analizzate i vostri punti di forza e di debolezza, ma chiedete anche l’opinione dei vostri amici e colleghi. Siate chiari anche rispetto agli elementi ideali della vostra prossima posizione incluso in settore di provenienza, ma anche dell’azienda nella quale vorrete andare a lavorare.

7 Vendere prima, comprare dopo 

Gli headhunters cercano candidati in grado di vendersi bene, di lavorare in team e di mettere la propria azienda in cima alla lista delle proprie priorità. Dovrete pertanto apparire ambiziosi e agire come se foste affamati di successo. 

 8 Non parlate troppo, siate dei buoni ascoltatori 

Per gli headhunters tra gli errori commessi più frequentemente dai candidati ci sono: il parlare troppo, l’essere impreparato, l’essere troppo pieni di sé. I candidati dovrebbero presentare al recruiter una panoramica dei propri punti di forza per poi ascoltare attentamente le caratteristiche della posizione, i fattori chiave, la cultura dell’azienda e cosa è importante per la stessa.

9 Crea un rapporto di lungo periodo

Non essere frustrato se il tuo headhunter non è in grado di trovarti il lavoro perfetto immediatamente. Le società di consulenza sono guidate dal cliente e quello che vuoi tu deve allinearsi con quello che almeno uno dei loro clienti richiede. Non irritate quindi i consulenti con contatti troppo frequenti.

10 Non chiamateli per consulenze di carriera

Gli headhunter si occupano dell’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro. Sono focalizzati sul cliente, non si occupano di consulenza di carriera.

Vittorio Nascimbene

Founder & Ceo, Ricercamy s.r.l.

 

Mi occupo da vent’anni di Ricerca e Selezione del Personale.

Una forte curiosità unita al desiderio di trovare nuove formule per soddisfare le esigenze di recruiting dei clienti sono la mia missione.

Credo fortemente che l’unione di competenze e tecnologia rendano l’Head Hunting Smart.